Un Nuovo Metodo di Cura
 

Up

Home
Up
FD il Quinto Stadio
L'uso dello stato Alfa
Un Nuovo Metodo di Cura
L'impigo di TT en Psicoterapia

UN NUOVO METODO DI CURA

Therapeutic Touch: una forma d’interazione umana

Scritto di Maud Nordwald Pollock autrice "Dal cuore attraverso le Mani" Un nuovo metodo di cura Amore Incondizionato e Therapeutic Touch
 

Il Therapeutic Touch (tocco terapeutico), una delle più recenti forme d’interazione terapeutica, deriva da uno dei più antichi metodi esistenti: la pratica dell`imposizione delle mani. Questa tecnica, ripresa e sviluppata negli ultimi 30 anni è insegnata, impiegata e sperimentata negli Stati Uniti. Introdotto nil 1971 della dott.sa Krieger nella New York University School of Education, Division of Nursing. Oggi Therapeutic Touch viene ingegnato, applicato e utilizzata da molti operatori del campo sanitario nel mondo intero

Dolores Krieger, PhD.D.,R.N., che ha sviluppato insieme a Dora Kunz il metodo conosciuto come il Krieger-Kunz Therapeutic Touch lo definisce “un metodo per convogliare, con l`uso delle mani, energie disponibile a noi essere umane, per stimolare la auto-guarigione delle persone malate.” La sua base funzionale resede, secondo la dott.sa Krieger “nel dirigere con intelligenza energia vitale (prana) per mezzo della persona che fa il rollo di guaritore al paziente.”  Il concetto fondamentale del Therapeutic Touch e che esso viene considerato “una forma di meditazione curative, che richiede al operatore uno stato di essere centrato in se stesso en maniera naturale e rilassata e mantenere questo stato (di centratura) per tutta la durata del processo di Therapeutic Touch” Il termine Meditazione può essere usato per “descrivere varie paretiche, apparentemente molto diverso tra loro, che hanno in comune la ricerca di un particolare stato di calma della mente” può anche essere definito come focalizzare senza sforzo la propria attenzione interiore, o un distaccarsi dalla influenza esterna. Il “centrarsi” e stato descritto come “un senso di tranquilla unita interiore, un’unita dentro di se”, o l’immagine mentale di una linea verticale che corre attraverso il corpo: può anche essere espresso come una focalizzazione della mente su un particolare punto di riferimento nel corpo, come la zona del cuore, ma in mezzo del petto o il plesso solare. Mentre l’attenzione è mantenuta su quella parte del corpo o centro, la persona "centrata", questo stato di meditazione, applica il Therapeutic Touch.

PREMESSE DI BASE

Per capire come usare le mani per praticare il Therapeutic Touch e prima necessario capire le premesse su cui e basato questo metodo. Il Therapeutic Touch e fondato sugli insegnamenti di Martha Rogers, che considera l’organismo umano come modello energetico complesso in qui l’interazione fra infermiere e paziente e uno scambio energetico. Questo concetto dell’essere umano come sistema energetico, spiega che quando il flusso naturale di questo sistema energetico si blocca, e interrotto, soffre di lungo la malattia. In base alle più recenti acquisizioni della scienza atomica, ricercatori pure prendendo atto che il corpo umano e pura energia e che le interazioni umane sono scambi d’energia. Per vizzualizare meglio questo corpo di energia, immaginiamo un microscopio potentissimo, che non solo ce permetta di vedere il nostro corpo come una massa di cellule che interagíscono e formano tessuti e ossa ma che ne mostri anche - attraverso un ulteriore continuo ingradimneto - le strutture molecolari, costitute di milioni di atomi che vibrano ritmicamente.

Se noi ingrandiamo un atomo, "per esempio un atomo di idrogeno e portiamo il nucleo alle dimensioni di 1 millimetro, il diametro dell`elettrone sarà all`incirca 10 metri, cioè in un rapporto di 1 a 10.000 e lo spazio interposto sarà vuoto" Aumentando l’ingrandiamento, il nucleo vibrante scompare e al suo poso appare un campo che pulsa rapidamente "La microrealtà, la realtà reale che sta sotto alla solida realtà del nostro buon senso comune, e costituita da un ampio spazio vuoto, entro cui agiscono campi oscillanti, molti tipi di campi, che interagiscono tutti riceprocamente. Il più piccolo disturbo in un campo si trasmette agli altri. E una trama coesiva di campi interdipendenti, che pulsano ciascuno al suo ritmo, ma in armonia con gli altri" Questa immagine ci permette di capire come uno sguardo, una parola, un contatto fisico o anche un pensiero diventano scambi di energia, immessi da questo corpo energetico sotto forma di trasmissione di onde di energia.

Un’altra premessa del Therapeutic Touch e che il corpo umano, inteso fisicamente, non finisce con la pelle. Il fisico e compenetrato e al stesso tempo circondato, per un spessore di 3 a 10 centimetri circa, da un campo di energia più sottile chiamato da coloro che hanno definito e misurato strumentalmente, campo bioplasmico. Questo e riconosciuto da essere un corpo vibratorio di luce, chiamato corpo eterico. Questo corpo o campo energetico più sottile dal fisico, non può essere visto con la vista comune, ma e percettibile con l’uso delle mani. Il Therapeutic Touch e un metodo che si rivolge non solo al corpo fisico ma anche ai campi di energia che co-penetrano e emergano di lui. Questo campo bioplasmico, con l’uso delle mani può essere valutato nei suoi vari aspetti, qualità, temperatura, massa, vuoti e l’operatore con buona pratica sa come riconoscere gli squilibri o i blocchi allo scopo di rimuovere l’energia in eccesso o , al contrario, di accrescere o trasformare il flusso energetico.

Un trattamento di 10 a 20 minuti po’ aiutare una persona in stato di sofferenza a rimettersi in armonia con se stesso e a riattivare le proprie capacità autoguritive. Il termine "sofferenza" riferisce in questo caso a ogni disturbo dell’organismo umano, di tipo sia fisico sia emozionale.

Un’altra premessa del Therapeutic Touch e che, in definitiva, ciascuno di noi guarisce se stesso; chi si trova in stato di sofferenza e invece meno capace che chiamare a raccolta le proprie capacita di auto-guarigione, ed è aiutato in tale processo dal trasferimento di energia che fa parte di questa tecnica.
 

DATI DELLA RICERCA

La dott.sa Krieger inizio le sue ricerche in questo campo alla fine degli anni 60. Nel 1971 arrivo alla convinzione che l’organismo umano poteva essere influenzato in maniera scientificamente dimostrabile con la tecnica dell\'imposizione delle mani. Baso la sua teoria su ricerche del dott. Grad presso la McGill Univiersity di Montreal (Canada.) Il dott. Grad aveva condotto degli esperimenti sui topi e sul seme d’orzo, con l’aiuto del allora noto guaritore Colonnello Estebany. Oggetto della sperimentazione della dott.sa Krieger era “emoglobina”un componente dei globuli rossi prontissimo alla captazione dell’ossigeno e principale responsabile dell’apporto d’ossigeno ai tessuti"

La sua ipotesi fondamentale era che “i valori medi d’emoglobina del gruppo sperimentale, dopo il trattamento d’imposizione delle mani, dovevano essere più elevati di quelli dello stesso gruppo, prima del trattamento”, mentre “i valori medi di emoglobina rilevati nel gruppo di controllo nello stesso periodo non dovevano mostrate differenze significative”. L’ipotesi fu confermata con prevalenza del primo (per P=0,01). Avendo sviluppato perfezionato e ripetuto più volte quest’esperimento, con risultati continuamente affermativi, la dott.sa Krieger e la sua collaboratrice, l’attuale originaria del metodo, Dora Kunz stabilirono i parametri del metodo Therapeutic Touch.

Il metodo viene poi introdotto come parte del corso di studi della Division of Nursing dalla New York University dove la dott.sa Krieger insegnava fino agli anni 90. Attualmente grazie agli sforzi indefessi della dott.sa Krieger e Dora Kunz, e i loro enormi contributi al campo infermieristico, derivanti dal avere portato una tecnica complementeria al l’interno di una cornice scientifica oggi il Therapeutic Touch e insegnato in quasi tutte scuole di infermeria e in i colleges e università americane, come metodo complementario per personale infermieristico. Assieme Dora Kunz e la dott.sa Krieger hanno insegnato mille e mille de operatori sanitari in tutto il mondo. Il primo libro “How to use your hands to help and to heal” (come usare le vostre mani per assistere e guarire) e gli altri libri della dott.sa Krieger sul Therapeutic Touch sono diventati i manuali degli operatori che esercitano Therapeutic Touch negli Stati Uniti, e dove sono pubblicato. In Italia “Il contatto Terapeutico” Mediterranee, “Il Tocco terapeutico” La forza guaritrice del Therapeutic Touch.

En li anni 70 e 80 molti candidati al Ph.D e il Master, hanno preso il diploma alla New York University e hanno fatto ricerche in questo campo, per cui allora la Division of Nursing della School of Education, Health, Nursing and Arts Professions era diventato il più importante centro degli Stati Uniti per il progresso teoretico e applicativo del Therapeutic Touch. Oggi ricerche sul Therapeutic Touch vengano fatte in tanti altri scuole degli USA, e Canada, esistono fino adesso 25 tesi Master e Ph.D. che confermano l’efficacia del metodo.

Altri studi hanno dimostrato che il Therapeutic Touch agisce sui valori di ematocrito, sulle onde cerebrali e sugli stati ansiosi, diminuisce dolore, aiuta migliore e più veloce guarigione di ferite, e induce un generale rilassamento nei soggetti trattati.

APPRENDIMENTO DELLA TECNICA E APPLICAZIONE

Poiché il metodo può essere appreso da chiunque lo desideri e presuppone un intrinseco potenziale umano e una capacita di trasmettere energia, il Therapeutic Touch si configura come un complemento e uno sviluppo delle preesistenti attitudini individuali dell’allievo, inoltre ha dato alle infermiere e ad altri operatori sanitari nuove prospettive e una diversa comprensione dei fenomeni. Lo stato meditativo “centrato” permette a tutti loro ci sviluppare una nuova modalità d’interazione con i propri pazienti con gli atri in genere. Il senso di tranquillità interiore acquisito con la pratica del Therapeutic Touch diffonde un’atmosfera di ”calma contagiosa” come dice Mary Proudfoot, che se adopera consapevolmente, può alleggerire la forte tensione di una sala operatoria o di un pronto soccorso. Il senso di calma interiore dell’operatore e il trattamento di Therapeutic Touch dà sollievo al paziente dolorato, al bambino agitato, al parente preoccupato: a tutte le situazioni che si trovano in un ospedale, della nascita alla morte, può essere applicato il Therapeutic Touch.

L’atteggiamento personale più importante, in chi applica il Therapeutic Touch, deve essere quello di non avere come obiettivo il risultato. Quest’atteggiamento”comincia con la capacità di condividere i sentimenti e di prenderne coscienza senza lasciarsi assorbire. È “amore senza ganci” dice Cathleen A. Fanslow–Bujones. Questa ricalca il principio fondamentale d’ogni operatore sanitario, quello di dare al paziente un amore incondizionato. “Un puro prendersi cura, in cui la persona vuole essere presente per aiutare in un modo speciale ma senza aspettative peri i risultati ”L’atteggiamento interiore deve essere:”Lascio che al paziente succeda quel che giusto che succeda, mettendo da parte le mie idee e preferenze personali, mente lo assisto nel suo processo, in qualunque direzione esso sia“, piuttosto che “voglio che succeda questo o quello” o “io devo aiutarlo/lei devo migliorare” Mentre il atteggiamento interiore del operatore non deve essere finalizzato a risultato del trattamento, quest’ultimo, al contrario, può essere dimostrato, anche se non sempre è immediatamente evidente. Quasi sempre comunque si manifesterà come in senso immediato di rilassamento da parte del paziente, con un accresciuto senso di liberazione dall’ansia, una diminuzione del dolore e, quando e possibile, una guarigione più rapida.

Il Therapeutic Touch porta una nuova comprensione dell’unitarietà dell’organismo umano, che appare non come una serie d’organi separati ed autonomi, ma come una totalità interdipendente. Questa totalità dimostra che tutto nell’essere umano è interagente: corpo, emozioni, mente e spirito e che questa interrelazione determina lo stato di benessere nell’organismo umano. Una volta acquisita una più profonda comprensione della natura della vita l’infermiere e gli altri operatori sanitari che praticano il Therapeutic Touch, sviluppano un nuovo e più profondo senso d’umanità de di servizio.

Tale spirito diventa la base per la prevenzione del cosiddetto “burn out” esaurimento lavorativo) e accresce nel l’operatore la consapevolezza delle proprie capacità di guarigione.

Non ci sono limiti ai contesti e alle situazioni cliniche ai quali questa tecnica può essere applicata, (Per esempio viene usata durante la chirurgia del cuore aperto nell’Ospedale Columbia Prespiterian in la cita di New York, USA. Il famoso chirurgo dott. Mehemed Oz tiene a la testa del paziente un operatore specializzato in il Therapeutic Touch, una infermiera o un infermiere, che applica il metodo per aiutare a bilanciare il sistema energetico del paziente mentre che la chirurgia viene fatta,) cosi come non esistono motivi particolari per impedire a chiunque di imparare il Therapeutic Touch; l’unica remora potrebbe derivare di sistemi di valori del paziente, per quanto sempre tenuto presente e rispettato, ha poco effetto sull’esito del trattamento, anche se chiunque conosce gli effetti del placebo sa quanto la convinzione possa accelerare il processo di autoguarigione.

Le premesse del Therapeutic Touch non negano il valore della medicina tradizionale e non lo propongano come alternativa. Il Therapeutic Touch è un’integrazione di tipo olistico, che può aiutare ad evitare un’eccessiva somministrazione di farmaci, a controllare il dolore e a rilassarsi in un modo molto naturale, attraverso l’interazione umana legata al tocco e all’uso delle mani: i nostri primi strumenti di guarigione.

Come adoperare “le mani come mezzi di trasmissione o di traduzione (non di ricezione)”, come “centrarsi”, come valutare e trasferire l’energia: tutto ciò che fa parte del metodo de Therapeutic Touch, può essere imparato in maniera abbastanza completa, tanto da permettere di applicarlo immediatamente, in corsi introduttive e avanzati de 3 giorni ciascuno. Un’introduzione e descrizione da questo metodo si trova anche in il mio libro “Dal cuore attraverso le mani” Amore Incondizionato e Therapeutic Touch pubblicato di Corbaccio in Italia.

Informazione su l’organizzazione di Therapeutic Touch Americana

www.therapeutic-touch.org

Su Un Nuovo Metodo di Cura     Indice Scrito da MNP         Descrizione Corsi