FD il Quinto Stadio
 

Up

Home
Up
FD il Quinto Stadio
L'uso dello stato Alfa
Un Nuovo Metodo di Cura
L'impigo di TT en Psicoterapia

FEELING  DISSOLVE8  

Uno strumento per agevolare il QUINTO STADIO DELLA CONSAPEVOLEZZA

scrito di Maud Nordwald Pollock inventrice di questo metodo 

   Nel 1995 Len  Fliers scrisse un articolo intitolato Demistificazione del misticismo: alla ricerca di una relazione di sviluppo fra differenti stadi della conoscenza.(1)Questo articolo mi aiutò a meglio posizionare il lavoro che avevo sviluppato a partire dal 1989, uno strumento per controllare e sublimare sentimenti, pensieri ed emozioni che io chiamo "Feeling Dissolve"8   Per comprendere lo scopo e le potenzialità di "Feeling Dissolve"8 è necessario esaminare brevemente l'evoluzione della nostra consapevolezza.

PRIMO STADIO DI CONSAPEVOLEZZA

Nel suo articolo Fliers classifica l'evoluzione della consapevolezza in cinque stadi .Jean Piaget aveva sviluppato una psicologia dello sviluppo cognitivo ,nel quale l'evoluzione di un individuo era basata sulla abilità qualitativa di recepire informazioni sempre più complesse .Quando un bambino/a cresce non solo egli /ella impara di più ma impara in modi differenti. Davanti ad un bambino di quattro anni si mettono due bicchieri contenenti delloacqua, uno è alto e stretto l'altro è basso e largo; la stessa quantità d'acqua è versata nei due bicchieri. Se si chiede quale bicchiere contiene più acqua, la prima risposta è che la quantità è la stessa. Se la medesima quantità doacqua viene presa dal bicchiere più basso e versata nel bicchiere più alto il bambino, alla domanda, risponde che questoultimo bicchiere ne contiene di più. Questo esperimento dimostra che un bambino si relaziona col mondo in base a ciò che vede. Questo modo di esperimentare la realtà è considerato pre-operativo. Quando loacqua viene riversata nel primo bicchiere, se si ripete la domanda al bambino, egli risponderà ora che la quantità è la stessa, diversamente da come rispondeva prima. Nonostante ripetuti tentativi di dimostrare che la quantità di acqua era la stessa non vi era modo di far capire al bambino il contrario. Ciò ha dimostrato che nonostante si sia tentato in modo logico e concreto di presentare questa realtà al bambino, o a qualunque altro individuo a un certo livello di sviluppo, egli era incapace di andare oltre il suo presente stadio di consapevolezza per arrivare al successivo stadio di sviluppo. Ciò che io vedo è ciò che credo, e ciò che credo è vero. Robert Kegan ha sviluppato una psicologia sviluppo-costruttiva, inclusiva della personalità, che classifica il primo stadio di consapevolezza, (lo sviluppo di un bambino di quattro anni),come basato sull' impulso. Il bambino identifica come oggetti le sue sensazioni, sente ciò che vede. Io sento che egli ha una impressione, e, secondo la mia esperienza, una impressione è basata su un sentimento. La mia interpretazione è che la sua esperienza è motivata dal sentimento ;un bambino impara a convivere con i sentimenti ed è dominato dai sentimenti, il che travalica la sua abilità di ragionamento.

Secondo Fliers la morale a questo stadio è basata sull'impulso. "Se io desidero colpire quel bambino perchè sta giocando con il mio giocattolo lo posso fare perchè sento così". Anche adulti possono rimanere a questo stadio di sviluppo caratterizzato dall'atteggiamento che porta a vedere ciò che vogliamo vedere e a non vedere ciò che non vogliamo vedere. Questo atteggiamento, quando è praticato da gruppi di persone, viene definito da Jean Houston "lenti culturali".Un esempio particolarmente calzante di questo fenomeno è quello di un gruppo di primitivi scoperti dagli antropologi, una tribù che vive nel Kalahary. Questi primitivi credevano che oltre i confini dei territori da loro abitati il mondo finisse. Attraversare questi confini significava morte certa. Quando gli antropologi cercarono di dimostrare loro che questa credenza non era vera attraversando il confine,i primitivi piansero e dissero che sarebbero morti e infatti smisero di ''vederli''.Per loro le persone semplicemente sparirono nel vuoto.(2) E' mia opinione che la spiritualità a questo stadio di consapevolezza è immanente. Un bambino vive le più sottili sensazioni, ricorda, vede, sente, odora e percepisce la presenza di altri livelli di realtà. Quando questi sono rinforzati possono diventare punti di riferimento e di conoscenza per tutta la vita. La ricerca ha dimostrato che bambini di due o tre anni possono ricordare la loro vita nell'utero o anche prima.(3)Ma alla stessa maniera questi possono divenire confuse fonti di informazioni se vengono negate dal mondo esterno.

SECONDO STADIO DI CONSAPEVOLEZZA

Nel secondo stadio di consapevolezza si entra all'età di circa sette anni. Il bambino di sette anni è capace di includere quello che vede in quello che sa. La quantità di acqua è la stessa, è la forma che cambia e lui è capace di separare il soggetto dall'oggetto. Questa stadio di sviluppo è considerato concreto-operazionale. Io direi che ciò significa che questo stadio ha a che fare con cose concrete, e cioè la ragione precede i sentimenti Secondo Kegan in questo stadio il bambino è capace di ordinare le sensazioni in categorie, categorie durature che si possono definire come percezioni. Lo sviluppo che avviene è quello ove la evoluzione della percezione prende qualcosa che è un soggetto e lo riconosce come oggetto. Tuttavia questo stadio di consapevolezza è impiantato in necessità, desideri, preferenze. Eo mia opinione che il bambino sia ancora dominato dai sentimenti, la ragione è influenzata dai sentimenti. Essa esiste solo in relazione al proprio io ,creando una moralità intonata alle 'mie' necessità e preferenze .E' la fase nella quale il mondo gira intorno a noi, e deve armonizzarsi con quello che noi vogliamo. Se ciò non accade io divento una vittima delle circostanze. Il mondo è colpevole e io non mi sento in controllo. Fliers dice che nel secondo livello il ragionamento alla base della morale è ''occhio per occhio''.

 E' mia opinione che in questo stadio la spiritualità è condizionata dal mondo esterno sotto forma di credenze religiose. Sebbene la capacità di percepire sia ancora presente essa può essere limitata dalla immensa quantità di informazioni provenienti dal mondo esterno, che non sempre è in correlazione con quanto il bambino sperimenta. L'informazione diventa confusa e poiché la ragione comincia a dominare può essere scelta come referenza principale. Lointuizione è classificata come ragione. Esempio: Il bambino che entra in una stanza dove i suoi genitori hanno avuto una lite molto accesa ,esperimenta la carica delle vibrazioni dell' ambiente, e si rende conto che c'è stata una lite. Ma quando i genitori fanno finta che non è accaduto nulla il bambino diventa confuso, chi ha ragione? I genitori che fingono o la mia percezione attraverso il sentimento? Poiché i bambini tendono a credere ai loro genitori essi si conformano alla prima ipotesi, e rinunciano in modo non intenzionale alla loro intuizione.

 Molti anni fa io ho fatto loesperienza di ciò con un bambino che non conoscevo. Stavo nuotando in una piscina pubblica quando una donna a me sconosciuta si avvicinò e mi domandò se stessi bene. La sua bambina le aveva detto che io non mi sentivo bene. Difatti, se fisicamente stavo bene soffrivo considerabilmente dal punto di vista emozionale .La bambina aveva in qualche modo colto la mia sofferenza e aveva mandato la madre in mio aiuto. La mia prima reazione fu di mettermi la maschera e dire che tutto andava bene, cosa che era vera a livello fisico. Ma ripensandoci sentii che dovevo una spiegazione alla bambina e dovevo dare valore alla sua abilità ed empatia. Dopo aver confermato alla madre l'intuizione della bambina andai a nuoto dalla bimba di 10 anni e la ringraziai per la sua partecipazione, rassicurandola sul fatto che ella aveva ragione circa il mio stato emotivo.

TERZO STADIO DI CONSAPEVOLEZZA

Il terzo stadio di consapevolezza è risvegliato da sentimenti analoghi a quelli suscitati da un amore romantico. A questo stadio dello sviluppo loindividuo esperimenta sentimenti per gli altri. A questo punto si dice: Il mondo non gira intorno a me, io sono parte del mondo e devo attuare correzioni di comportamento e compromessi. Si sperimenta il  gruppo. C'è la disponibilità di sublimare i propri sentimenti, di impegnarsi e di identificarsi con i sentimenti degli altri con empatia. Io credo che questo si possa identificare con il sentimento dell'amore, un amore diverso da quello per i genitori, nella forma di cathexis (attrazione sessuale)quando si ha a che fare con loattrazione per un altro.(4)E' risvegliato il desiderio di questa nuova qualità e il desiderio di donarla. Flier definisce la morale di questo stadio come basata su una mutue aspettative, quelle che si sviluppano in una relazione interpersonale. Io la vedo come la necessità di sentire che loaltra persona mantiene un impegno cosicché non si esperimentino sentimenti che addolorano. Il fattore motivante il desiderio di controllare le situazioni per mezzo di queste aspettative. La mente cerca di controllare la situazione per evitare di provare sentimenti spiacevoli. L'atteggiamento è ''Io sono una vittima delle circostanze anche se cerco di controllare il mondo con il mio pensiero e la mia volontà''. ''Io'' voglio che le cose vadano in certo modo. Louso della paura, dolore e rabbia è comune in questa fase. Questo tipo di visione del mondo è espresso attraverso il modello tribale. E' una forma condizionata e strutturata di ragionamento, dove le regole che lo controllano sono alla base del comportamento. E' un controllo emozionale che ha la paura come base. Ognuno deve pensare allo stesso modo, vestirsi allo stesso modo ,comportarsi allo stesso modo..Il modo di pensare individuale deve essere sottomesso a quello del gruppo, sia che si tratti di una setta, di credenze religiose,scientifiche,politiche,educative,morali,etiche,culturali o sessuali. Il sentimento della paura è usato per manipolare gli altri, stimolando la paura di una perdita o di un abbandono. Nella relazioni interpersonali lo stato di simbiosi è riflesso da questo livello, che esprime il sentimento di bisogno, che è basato sulla paura, paura della separazione, paura della perdita, paura del dolore della perdita. Tuttavia stati di simbiosi possono essere basati su sentimenti di gioia :quelli basati su sentimenti di amore o di condivisione di esperienze con qualcuno che si ama .Flier nota che questo stadio si esprime in termini legali come ''La legge è la legge perchè tutti ci rimettiamo ad essa'' (5)e se non lo fai...stai attento! E'mia opinione che la tendenza degli individui che hanno una consapevolezza di gruppo è di cedere il proprio potere al gruppo, lasciandolo decidere, influenzare, condizionare. Il gruppo e l'individuo creano la loro realtà che valorizza la loro visione e giustifica la loro azione

A questo stadio di sviluppo come nei precedenti, a meno che qualcuno non abbia sperimentato di persona qualcosa, per esempio essere innamorati, questo qualcuno non può capire l'evoluzione delloesperienza delloaltro. Non c'è modo di convincere l'altro dell'esperienza quando l'altro non l'ha vissuta. Non possiamo essere centrati sull'altro senza una esperienza fondamentale condivisa .Il dodicenne che non è mai stato innamorato non ha comprensione delloesperienza del compagno. Questa esperienza è inconcepibile. Difatti loaffrontare questa esperienza può essere minaccioso per colui che non l'ha provata, e può stimolare un atteggiamento aggressivo, in questo caso ridicolizzando l'altro, come gli adolescenti tendono a fare. L'esperienza trascendente può sembrare alloinesperto come un abbandono di responsabilità. Un sentimento come di essere lasciato fuori o indietro. La paura del cambiamento è prevalente in questo stadio di consapevolezza, paura che si materializza in rigide visioni del mondo alla quali ci si aggrappa. La spiritualità, quando la si considera a questo livello di consapevolezza, è condizionata da una deità esterna che ama ma anche punisce se disobbedita. 

QUARTO STADIO DI CONSAPEVOLEZZA

Il quarto stadio di consapevolezza è lo stadio nel quale ci si allontana dal comportamento condizionante che controlla il gruppo. La ragione sembra sublimare i sentimenti. Per la prima volta l'individuo comincia a vedere se stesso come un creatore e non solo come una vittima. Loindividuo comincia ad assumersi la responsabilità per quello che accade nella sua vita. Nella relazione interpersonale ciò è espresso dal desiderio di indipendenza. La necessità di identificazione con loaltro si arresta. Si inizia una ricerca interiore dell'io. Secondo Flier i principi diventano la forza guida. Essi precedono i rapporti interpersonali e la legge. La libertà di scelta e la giustizia sono basate sui principi. C'è il giusto e lo sbagliato ma essi sono guidati dai principi. Per colui che è ancora nel terzo stadio di consapevolezza anche questo sembra una rinuncia alla responsabilità e la necessità di andare in questa direzione sembra inconcepibile. Tuttavia la motivazione per ogni passaggio da uno stadio ad un altro è ''un'irrefutabile sfida alla realtà definitiva''(6).La mia esperienza dimostra che normalmente il passaggio da uno stadio di consapevolezza ad un altro è accompagnato da un evento o un trauma che facilita il processo. Il dolore sembra essere stato il fattore motivante nella maggior parte dei casi. A questo stadio di consapevolezza la spiritualità può diventare molto ambivalente .La negazione di un essere supremo, il materialismo e l'intellettualismo guidati da una logica costruita mentalmente possono prevalere. Se si accetta loidea di un essere supremo amoroso e benigno, questa accettazione ci porta all'esperienza del giusto e dell'ingiusto, sebbene la tendenza a dubitare della saggezza dell'Essere Supremo può ancora prevalere, quando le cose non vanno secondo i nostri desideri. Se la spinta verso la trascendenza è motivata spiritualmente la sfida diventa ancora più grande, perchè  il quarto stadio di consapevolezza è ancora condizionato dalloopinione che la realtà definitiva è basata su principi e coppie di opposti o su giudizi. Il mio lavoro dimostra che anche se i giudizi sono basati su principi apparentemente condizionati dalla ragione, essi sono basati sui sentimenti. 

IL QUINTO STADIO DI CONSAPEVOLEZZA 

L'ingresso nel quinto stadio di consapevolezza richiede l'abbandono di ciò che è il principio di moralità e cioè il sentimento del giusto e dello sbagliato. Richiede la sublimazione dei sentimenti. E' la sfida per andare oltre il giudicare. Flier nota che la moralità non è abbandonata, ma una nuova realtà è scoperta. E' mia opinione che questa realtà va oltre la moralità condizionata dai sentimenti. Finalmente l'ndividuo comprende che egli non è né vittima né carnefice ma tutti e due e che il processo è co-creato. Lezioni nelle quali noi siamo allo stesso tempo insegnanti e allievi. Si raggiunge uno stato mistico. In questo stadio nulla è o giusto o sbagliato, ma semplicemente è. Questo stadio non può essere raggiunto tramite l'intelletto, cercando di comprenderlo. E' uno stadio di conoscenza. Non diversamente da ogni stadio progressivo sulla scala della trascendenza, questa conoscenza può sembrare inconcepibile a qualcuno che si trovi nel quarto stadio. ''Il quinto stadio di consapevolezza è l'illuminazione in termini secolari''.(7) Io concordo con Flier quando dice che ci sono stati di dispiegamento e di visione interiore in questo quinto stadio, come in tutti i precedenti, eppure quando qualcuno lo ha raggiunto è allo stesso stadio di consapevolezza indipendentemente dalla direzione dalla quale lui/lei proviene..La comprensione è l'unità, non c'è differenza fra te e me,io sono te e tu sei me, e anche nessuno, tutto nello stesso momento. Io chiamo questo stadio "Amore Incondizionato", quando non esiste giudizio o attaccamento. Questo stadio rivela Saggezza, ogni cosa è osservata dal punto di vista della grande visione, semplicemente esiste. Questo stadio è oltre il desiderio di capire o sapere, è il vuoto e la pienezza, la luce e la tenebra. E' ciò che un mio allievo ha definito così bene: oltre ''conoscere tutto'' è "essere tutto"(8).Quando è raggiunto questo stadio in sanscrito si chiama Samadhi. Il cammino che uno segue per raggiungere questo stadio nella tradizione Zen è conosciuto come Tao, in cinese, o come Dharma ( in sanscrito) nella tradizione Indù.In questo stadio noi accettiamo loidea che siamo uno con il supremo,noi siamo il supremo.Che tutti siamo Dio come si dice nelle lingue dell'occidente. 

FEELING DISSOLVE 8

Il concetto alla base di "Feeling Dissolve"8 è che noi siamo prima di tutto Esseri Spirituali di Luce immersi in materia densa e che abbiamo una esperienza materiale. Il nostro corpo fisico è il centro della nostra struttura di luce. Noi siamo formati da molti corpi Luminosi, strutture energetiche che vibrano a differenti frequenze, che permeano e circondano il nostro centro. Questi corpi Luminosi che vibrano a differenti frequenze possono essere percepiti, visti, e sentiti con le mani. Alcuni individui possono esperimentare queste qualità vibratorie annusandole o udendole.(9)  "Feeling Dissolve"8  si occupa dei primi cinque livelli vibratori i oltre il corpo fisico. Qui di seguito una breve descrizione di essi.

IL PRIMO LIVELLO-Il Corpo Eterico   (premere il Icone per la imagine del Corpo Eterico)

Il primo livello che chiamo Eterico concerne il benessere del corpo fisico. La sua struttura consiste in meridiani, milioni di essi, e noi abbiamo familiarità con le sue funzioni attraverso l'agopuntura, kinesiologia, shiatsu e così via. Il corpo Eterico può essere sentito a circa 12 centimetri, circa 5 pollici, oltre la periferia di quello fisico. Blocchi nel corpo Eterico creano problemi in quello fisico.

IL SECONDO LIVELLO-Il Corpo dei Sentimenti (premere il Icone per la imagine del Corpo dei Sentimenti)

Io chiamo il secondo corpo Luminoso il Corpo dei Sentimenti. E' il contenitore che registra e che interagisce con i sentimenti della nostra "vita presente"ed è una struttura molto importante per il lavoro con  "Feeling Dissolve"8. Si estende per circa 30 centimetri (12-15 pollici) oltre la periferia del corpo fisico.La sua consistenza è meno strutturata ed assomiglia più a una nuvola. I sentimenti possono essere visti da un veggente come colori che circondano e permeano il corpo fisico. Possono essere percepiti come appiccicosi, elettrici, rigonfi, appuntiti, come  onde, caldi ,freddi, vuoti o pieni. Da una parte i sentimenti ristagnano e si raggruppano bloccando il flusso di informazioni. Dall'altra questi blocchi interferiscono con la funzione ottimale del corpo Eterico e perciò sono una causa primaria di malattie. Una accumulazione di sentimenti oltre che essere di disturbo consuma energia. Più sentimenti non risolti si accumulano più energia è necessaria per tenerli a bada. I sentimenti sono come informazioni registrate in un calcolatore, troppe causano un sovraccarico, che porta al collasso del computer. Una profonda Depressione è l'espressione di questo accumulo. L'accumulo di sentimenti interferisce con il nostro modo di pensare .E' come se avessimo una bolla di vetro intorno a noi, più sentimenti abbiamo accumulato e più la bolla si sporca. La nostra visione del mondo è influenzata da questo sporco, noi non lo vediamo ma vediamo il mondo attraverso di esso. Più sporco, meno luce ,e ciò diminuisce la nostra capacità di "vedere". O la nostra visione è influenzata, colorata ,distorta da questa barriera di "sporco" Noi chiamiamo questo tipo di visione giudizio, opinione.

IL TERZO LIVELLO-Il Corpo Mentale  (premere il Icone per la imagine del Corpo Mentale)

Il terzo Corpo Luminoso con il quale  "Feeling Dissolve"8   può interferire è il Corpo Mentale, che è il contenitore e il processore dei nostri pensieri. I pensieri della vita di tutti i giorni. Questi pensieri sono forme geometriche costruite, che si manifestano quando sono stimolati dalla banca di informazioni vibratorie. Si potrebbero assimilare queste informazioni all'hardware di un calcolatore. La sua qualità ci consente di ragionare. E' ovvio che se la bolla dei sentimenti è ricoperta da sporcizia, l'informazione non può arrivare nella sua forma più pura. Un cattivo software non permette all'hardware di funzionare al meglio. Queste vibrazioni si estendono fino a dove arrivano le dita delle mani quando le braccia sono stese in fuori. Ha una struttura differente da quella Eterica.  Queste tre forme di corpi luminosi si modellano intorno al corpo fisico. Il Corpo Mentale con il Corpo dei Sentimenti forma le EMOZIONI. Le EMOZIONI sono trasformate in visioni interiori quando i sentimenti sono dissolti.

 IL QUARTO LIVELLO-Il Corpo Astrale   (premere il Icone per la imagine del Corpo

Il quarto Corpo di Luce che io chiamo Astrale si estende per qualche metro oltre il corpo fisico e diventa un contenitore con la forma di uovo. L'informazione vibrazionale contenuta in questo Corpo consiste di sentimenti irrisolti e pensieri ,e memorie emotive da "altre vite"(10).Queste memorie possono essere latenti, oppure eventi della "vita attuale"; luoghi o persone possono innescare una reazione o colorare la nostra prospettiva. Modelli risolutivi che sono stati adottati in altri momenti della nostra storia orografica diventano una delle funzioni della "vita attuale".Questi modelli emotivi possono scatenare una reazione o colorare la nostra prospettiva. Essi fanno parte della nostra memoria orografica e noi in questa vita abbiamo il compito/possibilità di risolverli. Inoltre essi sono la qualità dei sentimenti che sono raccolti nel Corpo dei Sentimenti.

IL QUINTO LIVELLO-L'Uovo di Cobalto  (premere il Icone per la imagine del Corpo L'Uovo di Cobalto)

Il quinto Corpo di Luce che io chiamo l'Uovo di Cobalto ha una forma che è una via di mezzo fra una forma ovoidale e una sfera. E' una corpo a matrice, che contiene la memoria della struttura fisica, la memoria del corpo fisico nel suo stato perfetto. E' il confine che mantiene la nostra forma. Io lo chiamo il nostro utero cosmico'.Questo corpo è importante in "Feeling Dissolve"8 perchè contiene in esso i quattro corpi precedenti ed è responsabile della plasticità fisica ed emozionale della persona. Questo corpo è responsabile della guarigione spontanea.E' ancora una volta basato sulla esperienza e sulle parole di Pier Luigi, "il nostro "corpo principale",il centro di controllo che governa tutti gli altri".

PLASTICITÀ FISICA-GUARIGIONE SPONTANEA E FENOMENI DI MULTI PERSONALITÀ

 Prima che io spieghi le procedure del "Feeling Dissolve"8 voglio accennare a due tipi di fenomeni ,che concernono loultimo corpo descritto, e che confermano che la materia fisica è un=illusione .E' come se quello che noi chiamiamo "vita"fosse veramente il sogno e il sogno fosse la vera realtà. Senza entrare nella discussione filosofica che questa idea sollecita, vorrei spiegarmi.

Verso la metà degli anni 80 Brendan O'Reagan il fu direttore dell=Istituto di Ricerca di Scienze Neoetiche decise di studiare le guarigione spontanee.(12)Egli dichiara in un documento(13) che "Il Dott. Frank Putnam dell=Istituto Nazionale di Sanità ,uno dei maggiori esperti di multi personalità ha scoperto che l'elettroencefalogramma (EEG)di persone che passano da una personalità all'altra può cambiare in modo talmente drammatico come se gli elettrodi fossero staccati da una persona e messi su di un=altra. La differenza nell=attività cerebrale è molto grande .E= molto strano che alcune di queste persone sono allergiche a certe sostanze quando sono in una personalità e non allergiche alla stessa sostanza quando sono in un=altra.Sono stati riportati casi di donne che hanno avuto tre mestruazioni in un mese perchè avevano tre personalità, ognuna con il suo ciclo. Una situazione ancora più strana....so di quattro casi....di occhi che cambiano colore al cambiare delle personalità. Ciò che tutto questo implica è che coè una straordinaria plasticità fra il corpo e la mente."(14)

O consideriamo il caso di Vittorio Michelli che è considerato uno dei 60 miracolati di Lourdes accettati dal Vaticano .Quest=uomo soffriva di un tumore all'osso pelvico. Era immobilizzato da un gesso dal bacino fino ai piedi e doveva essere sottoposto  a trattamento di radioterapia. Date le sue condizioni, senza essere sottoposto a trattamento venne dimesso .Dieci mesi più tardi vi era un evidente  "progressiva distruzione ossea; perdita della mobilità nella gamba sinistra, situazione generale in deterioramento.(Infatti l'anca si stava distruggendo ;l'osso si stava consumando, la massa tumorale cresceva e l'osso pelvico si stava disintegrando).Il 24 maggio 1963 (a circa un anno dalla diagnosi) il paziente partiva per Lourdes dove era immerso diverse volte nella piscina, ancora con il gesso. "Dopo circa un mese il suo medico acconsentì a togliergli il gesso e a fare una radiografia...Il tumore stava diventando sempre più piccolo. Si stava  riducendo. Poi il tumore scomparve e l'osso cominciò a crescere e si ricostituì completamente. Dopo due mesi dal ritorno da Lourdes  Michelli poteva di nuovo camminare."(15)"Il rapporto medico dichiara "una imprevedibile ricostruzione delloosso ha avuto luogo con un processo sconosciuto agli annali della medicina"... "il paziente è vivo e in ottimo stato di salute nove anni dopo il suo ritorno da Lourdes".(16) Perché questo caso è così importante in relazione a Feeling Dissolve? Perché il lavoro che si fa con "Feeling Dissolve"8 dimostra la nostra plasticità Emozionale .L=illusione delle nostre credenze circa lointerazione umana .Le esperienze narrate dai partecipanti alle mie riunioni sono tanto drammatiche dal punto di vista spirituale quanto quella descritta più sopra lo è dal punto di vista fisico. Prendiamo per esempio l'esperienza di Do ,un'artista milanese.(17) Lei racconta "volevo fare una visita a mia madre a Modena; al mattino, mentre mi preparavo per la partenza, decisi di lavorare sui miei sentimenti riguardo a essa. Ho localizzato il sentimento nel mio corpo, gli ho dato un' immagine, e ho continuato a cancellarlo, finché l'immagine è scomparsa. Ero rimasta sconvolta dal tipo di immagini che avevo visto, draghi, mostri  ecc. Mi ci volle tutto il giorno ma ero decisa. Alla sera finalmente partii per Modena. Quando arrivai trovai mia madre magicamente cambiata, era completamente diversa da come io la avevo sempre vista. Per la prima volta mi fu possibile vedere quanto fossimo simili e quanto essa mi piacesse." Oppure vediamo l'esperienza di Vera.(18)Vera stava preparando una tesi di laurea. Essa è molto determinata e ambiziosa e normalmente fa più del necessario. Quando andò a parlare con il professore relatore, l=incontro si svolse così: Vera "Il professore aveva premura, aveva poco tempo per me, non mi domandò cosa volevo ma mi disse ciò che lui pensava io dovessi fare. Mi sentivo completamente sopraffatta e non considerata ,in una parola insoddisfatta. Quando me ne andai ero livida di rabbia. Pensai anche di abbandonare questo professore benché fosse il migliore per il tipo di tesi che stavo preparando. Poi decisi di guardare dentro di me. Mi resi conto che tutti quei sentimenti erano il problema. Mi misi dunque al lavoro sui miei sentimenti. Poi decisi di chiedere un altro appuntamento durante il quale gli avrei detto di come mi ero sentita sopraffatta. Quando entrai nel suo ufficio di fronte a me stava una persona completamente differente. Aveva interrotto una riunione apposta per incontrarmi, si scusava di non avere molto tempo, sebbene l'incontro durò più di un'ora. Ascoltò pazientemente e mi diede degli ottimi suggerimenti. Quando ci lasciammo si scusò ancora del poco tempo a disposizione; ma ciò che veramente mi sbalordì furono le sue ultime parole: "E= soddisfatta ora?"Inutile dire che non dissi nulla circa il fatto di essermi sentita sopraffatta. Vera aveva capito, come anche Do, che il lavoro fatto su se stessa era ciò che aveva determinato il cambiamento nelloaltra persona. Questi sono due esempi dei molti che potrei ricordare. Non ci sono statistiche per avvalorare loefficacia di questo metodo. Nessun clinico ha fatto ancora una ricerca a questo proposito. Ciò è parzialmente dovuto al fatto che solo ora si stanno accumulando casi che possono confermare il metodo. Solo recentemente io ho potuto contattare i professionisti in grado di accertare questo metodo a livello professionale. In Italia gli studi fatti al di fuori del mondo accademico non hanno molta importanza. Per fare uno studio serio, il proponente deve essere in grado di esperimentare il metodo. Per il momento ciò rappresenta una rarità; conosco solo alcuni individui, miei  allievi, che io considero competenti in materia . "Feeling Dissolve"8 richiede disciplina, disponibilità all'analisi interiore e costante osservazione di se stessi. E= un processo spirituale che continuamente sfida il nostro Ego mentre andiamo dalla tenebra alla luce.

"FEELING DISSOLVE"8 -PRECETTI E CATEGORIE

 Quando siamo in stato di grazia prima della nascita nel tempo e nello spazio, noi siamo immersi nell'amore, nella pace, nell'armonia, nella saggezza e nella gioia. Se consideriamo questo stato dal punto di vista umano possiamo dire che siamo certi, sicuri  e che abbiamo senso di appartenenza. Quando entriamo nella materia noi ci separiamo da tutto ciò. Questo è il nostro stato attuale, perciò lo scopo di un numero sempre più grande di noi è quello di integrare questi stati mentre siamo nel tempo e nello spazio. E= quello di essere capaci di sperimentare questi stati mentre siamo nella materia, consentendo anche ad altri di giungere a questi stati con minor sforzo grazie al nostro sforzo che è quello di creare una risonanza  morfogenica codificando questa facoltà nell'inconscio collettivo, per il beneficio di tutta loumanità. Dal punto di vista spirituale questo è un servizio .Il modo nel quale noi compiamo questo servizio è immateriale. "Feeling Dissolve"8 è un modo. Essere separati da quello stato di amore supremo produce una nostalgia, una profonda nostalgia per quell'amore che ci faceva sentire sicuri. Il quinto livello di consapevolezza è questo stato .Quando in questo stato c'è l'accettazione delle cose per quello che sono, né buone né cattive .Uno stato di libera saggezza ed empatia, uno stato di Amore Incondizionato. Quando noi giudichiamo siamo condizionati dai sentimenti. Lo scopo di " Feeling Dissolve"8  è quello di farci andare oltre il giudizio. Ma per essere messi in condizione di aiutare noi stessi a controllare le emozioni dobbiamo avere delle linee guida. Ercole: la regola principale di " Feeling Dissolve"8 è che i sentimenti sono la sorgente del giudizio. Di conseguenza il rifiuto di accettare le cose per quello che sono stimola in noi il sorgere di sentimenti. L=accumulo di sentimenti consuma energia come detto prima,e distorce la nostra capacità di ragionamento. Conseguentemente questa è l'idea base:  "Ogni cosa, persona, evento luogo che io voglio cambiare, che voglio che sia differente da quello che è, fa nascere in me un sentimento, un sentimento che può essere dissolto." Io ho classificato i sentimenti che consumano energia in due categorie principali. La prima riflette il nostro desiderio di amore, che io chiamo "Mancanza d'Amore".Ogni esperienza che noi abbiamo e nella quale non ci sentiamo amati ricade in questa categoria. Questo sentimento non deriva da una mancanza d'amore degli altri verso di noi, ma la sua origine è la nostra mancanza d'amore per noi stessi. Quello che gli altri fanno, quando ci sentiamo feriti dalle loro azioni, è di stimolare o ricordarci che noi "Manchiamo d'Amore" per noi stessi. Se sentirci amati ci rende sicuri e in controllo, la conseguenza di non sentirci amati è un sentimento di impotenza. Quando ci sentiamo impotenti dobbiamo compensare e un modo di farlo è di sentirci potenti e in controllo. Questo comportamento è tipico del terzo stadio di consapevolezza, anche se può essere tipico del quarto stadio ma in un modo più sottile.

La seconda categoria di sentimenti è la "Mancanza di Influenza"che riflette i nostri sentimenti di impotenza e mancanza di controllo su situazioni, eventi o persone. Per cominciare esaminiamo le due principali categorie di sentimenti che consumano energia "Mancanza d'Amore" e "Mancanza di Influenza".Queste categorie principali possono essere usate per identificare sentimenti che sono il risultato di un coacervo di sensazioni. Per puntualizzare meglio i sentimenti ho diviso le due principali categorie di sentimenti in gruppi di sette sentimenti consumatori di energia. I gruppi sono in ordine discendente secondo loammontare di energia necessaria per la loro soppressione. Il sentimento che più consuma energia è MANCANZA DI SPERANZA( DI-SPERANZA),una sottocategoria di "Mancanza di Influenza" (MI);Il secondo che più consuma energia è DOLORE, una sottocategoria di "Mancanza d'Amore" (MA).Il terzo è PAURA una sottocategoria di "MI" ;il quarto è COLPA una sottocategoria di MA; il quinto è DESIDERIO una sottocategoria di MI;il sesto è RABBIA una sottocategoria di MI. Rabbia consuma meno energia poiché può essere espressa. Quantitativi importanti di rabbia non espressa portano alla depressione. Anche il dolore non espresso ma intimamente sentito può trasformarsi in Rabbia. L=ultimo e quello che consuma meno energia è ARROGANZA, che è una sottocategoria di MA. Fina ad ora abbiamo esaminato sentimenti che consumano energia. Ma vi sono anche sentimenti che generano energia. Il primo di questi è VALORE, rappresentato dal coraggio. Il coraggio di intraprendere qualche cosa. Tuttavia questo non sempre è un puro sentimento, il suo fattore motivante può essere Rabbia. La motivazione ideale è  l'AMORE. Amore  Incondizionato. Amore per la vittima e per il carnefice. Il quinto stadio di consapevolezza. Il Valore motivato dal quarto stadio di consapevolezza è condizionato dai sentimenti poiché è ancora basato sui principi. E i principi, come detto prima, sono giudizi. Il successivo stadio che genera energia è ACCETTAZIONE. L=accettazione va oltre i sentimenti, è lo stadio nel quale le cose e le persone semplicemente SONO. E= una stato di "ESSERE".Le cose non sono né buone né cattive: semplicemente sono. Più noi siamo in ACCETTAZIONE più esperimentiamo lo stato di ARMONIA che è pace, il prossimo  stato. Oltre ARMONIA regna AMORE INCONDIZIONATO. E' lo stato di gioia, di unità. Quelli che abbiamo descritto sopra sono sentimenti che noi possiamo avere. Quelli che consumano energia e che ,se trasformati, possono diventare stati di ACCETTAZIONE, ARMONIA e AMORE INCONDIZIONATO. Noi diamo ai sentimenti un nome DI-SPERANZA, DOLORE, PAURA, COLPA, DESIDERIO, RABBIA, ARROGANZA. Dare un nome a questi sentimenti è un modo per ridurre a sette semplici termini la moltitudine di espressioni che noi usiamo per ognuno di essi.(19)Per fare qualche esempio: Noia è una parola che è un riflesso in tono minore di  di-speranza, disperazione è un'altra. Ansia è un' altra parola per Paura; Volere è un'altra per Desiderio, Ira è un sinonimo di Rabbia, Perdono è una parola che esprime Arroganza. Perdonare qualcuno significa che costui ha fatto qualcosa di sbagliato. Questo è un giudizio. Quando non c'è né giusto né sbagliato non c'è niente da perdonare. Quando ci sentiamo dalla parte sbagliata ci mettiamo nei panni della vittima e l'altro assume il ruolo del carnefice. Il quinto stadio di consapevolezza ci fa capire che noi siamo co-creatori, creiamo esperienze per imparare a riconoscere i sentimenti che tratteniamo, che poi possono essere sublimati.Io dico usando Feeling Dissolve.  

COME FUNZIONA 'FEELING DISSOLVE" 8

Prima abbiamo parlato dei differenti Corpi di Luce. I Sentimenti come abbiamo detto, si accumulano nel Corpo dei Sentimenti. I  Sentimenti, anche se li chiamiamo per nome, sono entità astratte che noi percepiamo come fastidiose in qualche parte del nostro corpo. Dopo anni di lavoro con questo metodo, ho scoperto che un metodo facile per avere accesso ai sentimenti accumulati e capire quanto intensi, grandi o piccoli siano è quello di dare loro una forma. Il sistema funziona come l'onda e la particella. Un elettrone è un'onda finché l'attenzione sotto forma di raggio laser si focalizza su di esso. Nel momento nel quale il laser incontra l'onda l'elettrone diventa una particella. La stessa cosa accade con i sentimenti ,queste entità astratte che fluttuano intorno a noi come nuvole senza senso. Quando noi pensiamo ad un evento esperimentiamo questa entità astratta in qualche parte del nostro corpo fisico. Questo può avvenire all'interno o sulla superficie. Localizzando questa entità astratta noi la identifichiamo, dandole una forma la rendiamo concreta. Questa forma può essere un oggetto che ha una dimensione, un volume, può essere un contenitore con qualcosa dentro. Può essere grande o piccolo, avere un colore, sembrare pesante o denso. Dopo aver riconosciuto il sentimento e averlo accettato, se lo vuoi puoi dissolverlo. Nel mio lavoro io uso tecniche derivate da Therapeutic Touch, tirando e spingendo l'immagine del sentimento fuori dal corpo, usando le mani, finché l=immagine non scompare. Quando il processo è concluso, si immagine che lo spazio lasciato libero sia riempito di luce. Se la luce non riesce entrare vuol dire che ci sono altri sentimenti intrappolati in quelloarea e quindi il processo deve essere ripetuto fino a che lo spazio è completamente riempito di luce. Quando il sentimento è stato dissolto il soggetto deve valutare l'evento che lo ha fatto sorgere. Se la procedura ha successo, l=evento viene neutralizzato, sembra che non sia mai avvenuto, si allontana e/o si ottiene una nuova prospettiva circa la situazione. Il procedimento è molto facile, non complicato , veloce e di sicuro successo. Io ho potuto risolvere in pochi minuti situazioni molto traumatiche dovute ad abusi sessuali portati nella psiche per anni. Ho scoperto che nella nostra multi -dimensionalità siamo molto più complicati di quanto immaginato, ma è più semplice di quanto immaginiamo trattare con questo genere di cose. Noi non dobbiamo rivivere i nostri traumiries  perimentando li, ma possiamo creare delle metafore e quindi dissolverli in pochi momenti. Con " Feeling Dissolve"8  noi possiamo imparare ad osservarci in ogni momento. Più lo usiamo e meno ne abbiamo bisogno sebbene una vita vissuta non cessa mai di essere una sfida che porta alla crescita. Gli alti e bassi cambiano aspetto e lo spazio fra i momenti "bassi" diventano sempre più vasti ,meno frequenti e quando questi momenti arrivano il tempo che è richiesto per combatterli divento sempre minore. Settimane di sofferenza sono ridotte a giorni, giorni a ore, ore a minuti.La conseguenza di tutto ciò è che la vita diventa più serena, più gioiosa, armoniosa, creativa. Il desiderio scompare e viene rimpiazzato dalla soddisfazione, dalla fede e dallo scopo di raggiungere la luce, di essere luce, di condividere la luce e l'amore, con ciascuno e con tutti, in tutti i momenti ,in ogni dove. Quando noi dominiamo il Corpo dei Sentimenti il nostro Corpo Mentale diventa il dominatore pieno di saggezza e di chiarezza.  A una frequenza più alta la conseguenza di rimuovere vecchi sentimenti dal Corpo dei Sentimenti è che diventiamo capaci di rimuovere scorie trattenute dal Corpo Astrale, spianando la via per l'AMORE INCONDIZIONATO che può quindi permeare tutto il nostro essere. Il Corpo Eterico che è responsabile della nostra salute è meno stressato, funziona meglio e la capacità di auto guarigione aumenta enormemente poiché l'energia può fluttuare da corpo a corpo ciò che permette alloinnata conoscenza dell'Uovo di Cobalto di sostenere la nostra buona salute. Ma tutto ciò non deve essere desiderato o raggiunto tramite sforzo ma deve essere un processo che accade facilmente, autonomamente come passiamo da momento in momento con più fede, chiarezza, saggezza, gioia, armonia e amore.

1) Fliers, Len. Demystifying mysticism: Finding a developmental relationship between different ways of knowing.  The Journal of Trans Personal Psychology. Volume 27 Number 2, 1995 pg.131 - 152

 2) Houston, Jean: The Possible Human. A course in Extending Your physical, Mental and Creative Abilities. J.P. Tarcher, los Angeles 1982. pg....   

3) Verny, Thomas, The Secret Life of the Unborn Child. New York, Dell Publishing, 1981.  

4) Peck, M Scott, "The Road Less Traveled" A New Psychology of Love, Traditional Values and Spiritual Growth, New York, Simon and Schuster. Peck .Peck chiama la prima fase delloattrazione, che è più vicina alloinfatuazione che al vero amore, cathexis

5) Fliers, Len. Demystifying mysticism: Finding a developmental relationship between different ways of knowing. The Journal of Trans Personal Psychology. Volume 27 Number 2, 1995 pg.137

6)ibid. pg 139

 7)Fliers, Len. Demystifying mysticism: Finding a developmental relationship between different ways of knowing.  The Journal of Trans Personal Psychology. Volume 27 Number 2, 1995 pg.140

 8) Pier Luigi's condiviso con il gruppo  la sua esperienza dopo una meditazione de ACorpi de Luce@ en un corso Nuova Sintesi di MNP, in Milan, Itala, Settembre, 1989.

9)Questa informazione è basata sull'esperienza. Io ho imparato a riconoscere le capacità dei miei partecipanti negli anni, durante molti corsi. Durante diversi corsi a Berlino negli anni 90 la partecipante Tamara esclamava, quando qualcuno dissolveva qualche sentimento "Ehi, che puzza!".Allo stesso modo lei sentiva il profumo delle rose in altre occasioni. Sentire il profumo delle rose o di altri fiori è accadimento comune durante la meditazione. In un corso di Therapeutic Touch a Zurigo nell'estate del 1995 un medico austriaco sentiva dei piccoli colpi,dei mormorii e degli scampanellii mentre esaminava con le sue mani i campi energetici di un partecipante. Sentire suonare campane, o musica celestiale è anche molto comune durante la meditazione.


10)Con il termine "altre vite" io indico una vita passata o futura la cui memoria è codificata nel Corpo Astrale. Io baso questa conclusione su informazioni ottenute dai partecipanti ai miei corsi fino dal 1984, sulla mia esperienza personale e sulla letteratura che ammette come probabile la Reincarnazione.

11)La vita vissuta nei secoli 20 e 21 sul pianeta Terra

12)O'Regan, Brendan. Inner Mechanisms of the Healing Response. A systematic research data bank, collecting information on spontaneous remission and healing and associated phenomena. Sponsored and maintained by the Institute of Noetic Sciences, 475 Gate Five Road, Suit 300, P.O. Box 97, Sausolito, Ca 949966-0097

13)O'Regan, Brendan. Vice President for Research. "Healing, Remission and Miracle Cures". given at the American University, Washington D.C. Friday, December 5, 1986. Published by the Institute of Noetic Sciences, 1987.  

14)Ibid. pg.4

15)Ibid. pg.9

16) Ibid. pg.9  

17)Do partecipava ai miei corsi per la prima volta. La sua vicina e amica era una veterana e le aveva raccontato di " Feeling Dissolve"8 Do ha fatto questo lavoro per conto suo poco prima di partecipare al mio corso usando il mio libro e le istruzioni della sua amica. Raccontò poi quanto avvenuto mentre stavamo riscontrando i progressi che faceva con ;Feeling Dissolve5 durante un corso a Montali, Italia. Ottobre 1988

18)Vera , una pluripartecipante, mi raccontò di questa esperienza durante un corso a Berlino nel novembre 1998.La ha anche messa per iscritto per me come documentazione. 

19)Una lista completa delle diverse espressioni usate per definire questi sette sentimenti che consumano energia e degli altri quattro che la generano, può essere trovata in appendice al mio libro menzionato alla nota 17.

 

 

indice_scrito_da_mnp.htm          metodo_feeling_dissolve.htm    italiano.htm